GOREE, L'ISOLA DEGLI SCHIAVI DOV'E' NATA L'AMERICA

Antichi cannoni sull'isola di Goree

Antichi cannoni sull'isola di Goree

Goree Island

Goree Island

Raffigurazione sulla deportazione degli schiavi

Raffigurazione sulla deportazione degli schiavi

 

GOREE, L'ISOLA DEGLI SCHIAVI DOV'E' NATA L'AMERICA - CODICE ISPIRAZIONE DI VIAGGIO: GZ4SNS955

Goree Island è situata sulla costa occidentale dell'Africa.


Il popolo senegalese lo chiamò Ber, quello portoghese lo ha ribattezzato Ila de Palma.


Il nome fu cambiato in Good Reed dagli olandesi e i francesi chiamarono l'isola Goree - che significa "buon porto".


Ma il nome non corrispondeva a quello che accadeva in questa minuscola isola tra il XVI e il XIX secolo quando navi di legno navigavano da qui attraverso l'Atlantico, con esseri umani incatenati nelle stive.


Sull'isola, c'è un piccolo fortino noto come Slave House. Questo era in effetti uno dei magazzini degli schiavi attraverso cui gli africani passavano per le Americhe.


Milioni di persone hanno attraversato l'isola per lavorare nelle piantagioni del Nuovo Mondo, inclusa l'America.


La spedizione di schiavi da Goree durò dal 1536, da quando i portoghesi lanciarono la tratta degli schiavi fino a quando i francesi lo fermarono 312 anni dopo.


I portoghesi, gli olandesi, i francesi e gli inglesi hanno combattuto e si sono uccisi a vicenda per il commercio di schiavi che passava da questa isola.


L'isola si trova a soli 3 km dalla costa senegalese, e le sue dimensioni ridotte hanno reso facile ai commercianti il controllo dei loro prigionieri.


Le acque circostanti sono così profonde che qualsiasi tentativo di fuga garantirebbe la morte per annegamento.


Con una palla di metallo da 5 kg fissata permanentemente ai piedi o al colli, un africano catturato sapeva esattamente di non avere scampo.


Nel 1978 l'Unesco ha proclamato l'isola di Goree come sito del patrimonio mondiale.

Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per fini operativi, statistici e pubblicitari. Per sapere a cosa servono i cookie e per impostare le proprie preferenze visitare la pagina Privacy Policy. Continuando la navigazione o chiudendo questo avviso, acconsenti all'uso dei cookie e ai termini riportati alla pagina Privacy Policy.
OK